Cosa fare e vedere a Salerno

Salerno, capoluogo dell’omonima provincia, presenta una zona moderna sulla fascia costiera vicino al porto. Da visitare sono la Cattedrale di San Matteo, duomo della città e la Chiesa di San Giorgio, finemente decorata da preziosi arredi e dipinti. Interessante una visita al Museo Archeologico Provinciale, con una collezione espositiva che va dalla preistoria alla tarda età imperiale romana, e al Museo Diocesano con opere e oggetti d’arte e una ricca collezione di monete. Note in tutto il mondo sono le località turistiche balneari di Amalfi e Positano. 

Positano è incastonata tra le rocce a picco sul mare, con le tre piccole isole delle “Sirenuse” a poca distanza dalla costa e con la caratteristica Grotta dello Smeraldo, ricca di stalagmiti e stalattiti, con il nome ispirato dall’intensità del colore che si diffonde in tutta la grotta grazie alla luce del sole che penetra attraverso le fessure rocciose. Atrani è uno dei più pittoreschi e suggestivi borghi amalfitani; Ravello, cittadina elegante e raffinata, con il Duomo e le splendide Villa Cimbrone e Villa Rufolo; Minori, prezioso per la bellezza della natura e per la Villa Romana del I secolo d.C. Mentre, per quanto riguarda la Costiera Cilentana si segnalano Agropoli, Sapri, Scario, Castellabate, Marina di Camerota e in particolare Paestum, nota come “La piana degli Dei”, con i tre templi greci meglio conservati al mondo, in realtà dedicato alla dea Athena.